1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22 
 
LIBRI
DVD / VHS
FUMETTO ILLUSTRAZIONE GRAFICA
RIVISTE
AUTOPRODUZIONI
MUSICA
USATO REMAINDERS
 
CERCA NEL CATALOGO
NEWSLETTER
 



 

NETMAGE 10

Xing
presenta
Netmage 10
international live-media festival - 10a edizione
21/22/23 gennaio 2010
Bologna - Palazzo Re Enzo


La decima edizione di Netmage festival si terrà a Bologna dal 21 al 23 gennaio 2010. Appuntamento internazionale ormai consolidato dedicato agli incroci fra arti elettroniche, visive, musicali e performative, Netmage 10, curato da Xing, presenta un ricco programma di produzioni e progetti, per lo più in prima nazionale, offrendo un variegato e imprevedibile scenario sulla ricerca audiovisuale contemporanea.

Sede del festival saranno gli spazi di Palazzo Re Enzo, affacciati su Piazza Maggiore, che ospiteranno live-cinema, concerti, azioni performative, ambienti sonori e visivi.

Il bando internazionale, strumento di indagine e selezione lanciato nel giugno 2009, ha visto la candidatura di oltre 200 progetti di notevole qualità provenienti da tutto il mondo. Tra questi sono state selezionate 3 opere audio-video, privilegiando le ricerche che problematizzano la complessa relazione suono-immagine nel modo più inusuale.

Accogliendo una generale indicazione di allontanamento dalla tradizione del puro schermo, l'esito della selezione ha portato a esplorare i percorsi di performer imparentati con il mondo delle arti visive e con quello del cinema sperimentale, che arrivano alla produzione di suoni attraverso varie modalità. E' il caso dei progetti premiati dal bando di André Gonçalves dal Portogallo, del duo Nassa (Nadaw Assor/Surabhi Saraf) dagli Stati Uniti, e di Rachida Ziani/Dewi de Vree dall'Olanda, che si esibiscono nell'apposito spazio Elektrolab.

Parallelamente, per arricchire e consolidare la ricognizione nelle più intense e mitografiche tensioni audio-visuali internazionali, Netmage 10 ha scelto o commissionato una serie di live-media ad artisti visivi, sonori e performativi che saranno presentate in prima assoluta al festival.

Il programma della sala principale del festival – il Live Media Floor - costituisce nel suo insieme un world-scape visivo ed emozionale che riattraversa, intersecandoli, i territori dell’immagine-movimento e degli immaginari contemporanei.

L’apertura del festival è affidata al clima 'cieco', etereo e perturbante del live dell’artista visivo e musicista svedese Nana April Jun, che riprocessa le tipiche sonorità metal di tradizione scandinava in quieti fondali ambient-noise. Il resto del programma è in bilico fra dispositivi come teatri di operazioni, derive di elettronica space eclettica e ambientale e loro
antenati fondativi (rispettivamente Be Maledetto Now e Cluster); esplorazioni impro-free-noise nella tradizione dell'essere alieno (My Cat is An Alien); e riattualizzazione di esperienze storiche della cinematografia sperimentale d’avanguardia (Lee Hangjun e Hong Chulki dalla Corea). Tra gli eventi più intensi è l’esibizione in solo di una figura di culto del panorama musicale di ricerca internazionale, l’americano Aaron Dilloway, fondatore della seminale band rocknoise Wolf Eyes; mentre sul fronte delle figure pionieristiche per pratiche o per sonorità rispetto alla visione che Netmage di anno in anno disegna, si evidenziano la presenza di Richard Lainhart, originale sperimentatore statunitense e inventore della cultura del synth, e dei Cluster, leggendaria formazione tedesca, a cui è stato affiancato l'artista Canedicoda per un'inedita collaborazione visiva.

Si mantiene viva inoltre la sezione Mangrovia, dedicata agli esiti più estremi ed eterocliti della sperimentazione audio e visiva. Mangrovia, il mondo-pianta-giardino, è il luogo e sequenza oraria composto da eventi che abitano un ambiente dedicato ad un ascolto ora contemplativo ora tempestoso, dove, come in un ecosistema ricco e composito, le diversità di generazioni, di provenienze disciplinari (artisti visivi, musicisti e performer) e geografiche si susseguono e si incrociano:
il post-metal e il registro cinematico del duo Ectoplasm Girls, quello più sciamanico di The Magic State (progetto in solo dell’artista visiva Nadine Byrne, attiva anche in Ectoplasm Girls); la scena weird e sonicamente meticcia sia di The Hunter Gracchus sia di Harappian Night Recordings, aperti su mondi musicali abitati dalla tradizione del gamelan tanto da quella del cut’n’mix, entrambi da Sheffield; l'asse psicho-polistrumentista fra Italia e Berlino di Cavaliere/Türkowsky;

ma anche la grande superband sperimentale ed eretica di Kammerer/Pilia/Belfi/Cattivelli/Grill e il confronto infine con una figura centrale nella definizione del suono e dell'immaginario weird-psycho-noise, il musicista finlandese Es, aka Sami Sänpäkkilä, noto filmmaker e artista visivo.
Per la sezione Performing Arts, Hauts Cris (miniature) di Vincent Dupont, figura singolare nel campo della coreografia contemporanea francese con un passato di attore e musicista, mostra un interno enigmatico dal carattere onirico. Teatro di alterazione delle misure del corpo e del campo acustico, Hauts Cris opera sulla prospettiva nella sua artificialità bi-dimensionale.

Spettacolo realizzato in stretta collaborazione con il musicista Thierry Balasse e il direttore
delle luci Yves Godin integrando tecniche della musica elettroacustica a una danza statica, impersonata in maniera potente e performata fisiologicamente, è una decomposizione radicale dell'eondo.

Netmage ha affidato anche quest'anno l'immagine coordinata ad un artista contemporaneo: Carlos Casas (dopo Camilla Candida Donzella 2009, Canedicoda 2008, Invernomuto e Moira Ricci 2007, Andrea Dojmi 2006, Simone Tosca 2005, Otolab 2004, Qubogas 2003, Loew 2002).
A Netmage Casas presenta inoltre per la prima volta Cemetery (Archive works), appunti ed esperimenti audiovisivi relativi a un nuovo film. Una prima tappa articolata che si dispiega in una serie di ambienti visivi e sonori all'interno di Palazzo Re Enzo, intervenendo anche nelle intercapedini audio-visuali fra un live e l’altro.

Netmage 10:
Rachida Ziani/Dewi de Vree (F/NL), Francesco Cavaliere/Marcel Türkowsky (I/D), Harappian Night Recordings (UK), The Hunter Gracchus (UK), Lee Hangjun/Hong Chulki (KR), My Cat Is An Alien (I), Ectoplasm Girls (S), The Magic State (S), Be Maledetto Now (I), Richard Lainhart (USA), Cluster (D), Canedicoda (I), Nassa (Nadaw Assor/Surabhi Saraf) (USA), André Gonçalves (P), Es (Fin), Margareth Kammerer/Andrea Belfi/Stefano Pilia/Daniela Cattivelli/Michaela Grill (I/D/A), Carlos Casas (E), Vincent Dupont (F), Nana April Jun (S), Aaron Dilloway (USA).

Sabato 23 gennaio dalle h 1.00, il festival sarà seguito da Netclub 1:3, un'espansione sia logistica che sensoriale delle suggestioni di Netmage 10 in tre diverse location bolognesi (Cassero, Locomotiv, Laboratorio occupato Crash) collegate da una navetta gratuita in funzione per tutta la notte. Con i live di Boketshu 1er, Grand Prophète de la Nation, Mwana Nzambe (Congo/Belgio), Jimmy Edgar (Warp Record), Andrea Sartori (Persona record), Zander VT (Bpitch Control / Memo).


Netmage è ideato e realizzato da XING, network nazionale che progetta, organizza e sostiene eventi, produzioni e pubblicazioni contraddistinti da uno sguardo interdisciplinare intorno ai temi della cultura contemporanea, con una particolare attenzione alle tendenze generazionali legate ai nuovi linguaggi.

Direzione artistica: Daniele Gasparinetti, Andrea Lissoni.
Sezione Performing Arts: Silvia Fanti. Bando International
Live Media Floor: Lino Greco, Riccardo Benassi.

Con il contributo di ricerca di: Batman Zavareze/Multiplicidade, Xavier Garcia Bardon, Hundebiss, Invernomuto, Gino Dal Soler, Alessandro Lupo/Animalogica, Carlos Giffoni/No Fun festival.
Netmage 10 è realizzato con il sostegno di: Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, Culturesfrance. Media partners: The Wire, Mousse, Edizioni Zero, Blow Up, Nero, Alias, Il Manifesto, Città del Capo-Radio Metropolitana, Radio Città Fujiko.
Netmage 10
Palazzo Re Enzo - Piazza Nettuno Bologna
sede organizzativa:
Xing - Via Ca' Selvatica 4/d Bologna
www.netmage.it www.xing.it
info e prenotazioni (solo per Vincent Dupont):
tel 051.331099 info@xing.it
ufficio stampa:
tel 051.331099 339.1503608 pressoff@xing.it
Netclub 1:3 info:
tel 329.9714611

||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||
Xing
presenta
Netmage 10
international live-media festival - 10a edizione
21/22/23 gennaio 2010
Bologna - Palazzo Re Enzo

PROGRAMMA
Giovedì 21 gennaio
Cemetery
21.00 pm
Carlos Casas (E) - Cemetery (Archive works)
Elektrolab
h 21.30
Rachida Ziani/Dewi de Vree (F/NL)
Mangrovia
h 22.00
Francesco Cavaliere/Marcel Türkowsky (I/D)
Harappian Night Recordings (UK)
The Hunter Gracchus (UK)
Live Media Floor
h 24.00
Nana April Jun (S)


Venerdì 22 gennaio
Cemetery
19.30 pm
Carlos Casas (E) - Cemetery (Archive works)
Performing Arts
h 20.00
Vincent Dupont (F) - Hauts Cris (miniature)
Elektrolab
h 21.00
Rachida Ziani/Dewi de Vree (F/NL)
Mangrovia
h 21.30
Ectoplasm Girls (S)
The Magic State (S)
Es (Fin)
Live Media Floor
h 23.30
Lee Hangjun/Hong Chulki (KR)
Aaron Dilloway (USA)
My Cat Is An Alien (I) - Light_Earth_Blue_Silver


Sabato 23 gennaio
Cemetery
19.30 pm
Carlos Casas (E) - Cemetery (Archive works)
Performing Arts
h 20.00
Vincent Dupont (F) - Hauts Cris (miniature)
Mangrovia
h 21.00
Nassa (Nadaw Assor/Surabhi Saraf) (USA)
Margareth Kammerer/Andrea Belfi/Stefano Pilia/Daniela Cattivelli/Michaela Grill (I/D/A) - The Elegant Universe
Live Media Floor
h 24.00
André Gonçalves (P)
Be Maledetto Now (I)
Richard Lainhart (USA)
Cluster/Canedicoda (D/I)

 

 

...

MODO infoshop Interno 4 Bologna Via Mascarella 24/b 40126 Bologna tel. 051/5871012 | info@modoinfoshop.com